Mercoledì 17 novembre alle 21.00 è previsto l’incontro con l’Accademico dei Georgofili, prof. Silverio Pachioli

Prosegue il ciclo di videoconferenze del Serpieri, aperte alla cittadinanza, con un secondo interessante incontro.

“Gli agenti di biocontrollo rappresentano un’alternativa più ecologica ai pesticidi chimici nella difesa fitosanitaria – spiega la prof.ssa Lola Babbo docente della scuola – Sappiamo che i cambiamenti climatici e le attivita dell’uomo hanno alterato gli ecosistemi, riducendo la biodiversita e creando condizioni favorevoli ai patogeni. Per questo il tema è di estrema attualita ed indaga uno dei possibili mezzi di difesa delle colture dai parassiti, nel caso degli induttori di resistenza si tratta di ricorrere a sostanze che non hanno un’attivita diretta sul patogeno ma attivano i naturali meccanismi di difesa che tutte le piante possiedono”.

“In un momento storico in cui tutte le attivita del pianeta sono oggetto di attenzioni, per la necessita di attivare processi sostenibili e rispettosi dell’ambiente, il comparto agroalimentare, più di altri, è concentrato sulla ricerca, per consentire applicazioni concrete di programmi di protezione integrata sempre più sostenibili – aggiunge la Dirigente scolastica, Cristina Di Sabatino – Vista l’importanza della tematica per gli operatori del settore e la grande cultura del relatore, dott. agronomo Silverio Pachioli, ci aspettiamo molti partecipanti, anche considerando che ai precedenti incontri abbiamo sempre avuto oltre cento presenze”.

L’istituto Tecnico e Professionale Agrario “A. Serpieri”, con le sue sedi di Avezzano, Pratola Peligna e Castel di Sangro, si configura come una realta scolastica al passo con i tempi, attenta alle punte avanzate della ricerca e in grado di fornire agli studenti le competenze richieste dal mondo lavorativo.

Tanti, infatti, sono i progetti innovativi che la scuola porta avanti, anche nell’azienda agraria annessa che costituisce il laboratorio principale per gli apprendimenti e che è stata recentemente digitalizzata grazie al sodalizio con xFarm, Fly Drone e Micron Foundation.

Per partecipare alla videoconferenza occorrera collegarsi al seguente link: