08 Luglio, 2020

Docenti e studenti marsicani al vice ministro Ascani: favorite la cultura degli istituti tecnici

Docenti e studenti marsicani al vice ministro Ascani: favorite la cultura degli istituti tecnici

Avezzano. Faccia a faccia tra il mondo della scuola e il vice ministro dell’istruzione, Anna Ascani. La rappresentante istituzionale del Partito democratico ha fatto tappa ad Avezzano nel suo tour in Abruzzo e ha incontrato docenti, rappresentanti d’Istituto e il preside dell’Istituto d’istruzione superiore “Arrigo Serpieri”, Cristina Di Sabatino, il dirigente scolastico del Liceo Scientifico, Francesco Gizzi, e la collega dell’istituto tecnico economico per il turismo di Tagliacozzo, Patrizia Marziale.

Il vice ministro ha avuto modo di intrattenersi con i dirigenti ascoltando le loro preoccupazioni per il mondo della scuola e cercando di prendere nota di tutte le problematiche che gli sono state sottoposte. Il preside Gizzi ha chiesto all’Ascani di prendere parte al tradizionale appuntamento organizzato dal Vitruvio Pollione dedicato alla Settimana della cultura scientifica, mentre le dirigenti scolastiche Di Sabatino e Marziale le hanno illustrato le difficoltà riscontrate per una scarsa cultura degli istituti tecnici.

Le presidi hanno evidenziato come il 64per cento degli studenti ogni anno sceglie i licei, mentre solo il 36per cento gli istituti tecnici a causa anche di una mancata promozione di questo tipo di scuole. E’ stato quindi chiesto al vice ministro di sostenere gli istituti tecnici anche con delle campagne al livello nazionale. La Ascani, poi, ha salutato i ragazzi presenti e una delegazione proveniente da Sulmona che le ha parlato della mancata ricostruzione del Liceo Classico per il quale è stato chiesto un impegno istituzionale.

“In tempi così difficili per la cultura della solidarietà e della convivenza civile abbiamo il dovere di ricostruire una solida alleanza con i mondi del sapere, della cultura e della formazione”, ha commentato il segretario provinciale Pd, Francesco Piacente, “se la politica si avvicina al mondo della scuola con rispetto e predisposizione all’ascolto può migliorare la condizione dei più giovani e migliorarsi”.

(fonte marsicalive.it)

Related posts