24 Ottobre, 2020

Mattinata di formazione a Trasacco sull’agricoltura sociale per le aree marginali, al via un progetto pilota della Vallelonga per i soggetti svantaggiati

Mattinata di formazione a Trasacco sull’agricoltura sociale per le aree marginali, al via un progetto pilota della Vallelonga per i soggetti svantaggiati

(fonte Terremarsicane.it)

Trasacco – Formazione e marketing territoriale, questo il tema  al centro del seminario tecnico-formativo, che il 7 febbraio ha visto impegnati a Trasacco, presso l’Auditorium comunale, imprenditori agricoli, associazioni del mondo dell’agricoltura, esperti di marketing territoriale, docenti e studenti.

L’iniziativa è stata promossa dal Movimento Cristiano Lavoratori e Feder.Agri,  patrocinata dal Comune di Trasacco, in collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore A.Serpieri di Avezzano e  Confagricoltura L’Aquila.

L’apertura dei lavori è stata curata da Sergio Venditti, Presidente del Movimento Cristiano dei Lavoratori di Abruzzo & Molise a cui sono seguiti i saluti di Cesidio Lobene, sindaco di Trasacco e di vari rappresentanti istituzionali della Vallelonga.

Ampio lo spazio riservato al tema della formazione quale fattore competitivo determinante ai fini di uno sviluppo armonico di tutta la filiera dell’agricoltura che non può prescindere da competenze sempre più proiettate verso una nuova dimensione del comparto agricolo.

Sull’argomento hanno portato il loro contributo il dirigente scolastico dell’istituto Comprensivo di Trasacco Fabio Massimo Pizzardi e la dirigente del Serpieri Cristina Di Sabatino, sottolineando la centralità della formazione in un comprensorio in cui il l’agricoltura è imprescindibile.

Per Feder.Agri è intervenuto il segretario generale, Alfonso Luzzi, che ha posto notevole enfasi sulla necessità di questi momenti di confronto fra i portatori di interesse, soprattutto se orientati a dare impulso a iniziative di questo tipo, connotate come veri e propri progetti pilota.

Le relazioni introduttive sono state curate da Ruffino Sgammotta, docente dell’Istituto Agrario di Avezzano,  da Francesca Giarè, ricercatrice del CREA, (Consiglio per la ricerca in Agricolture e l’economia agraria) e da Sergio Natalia, esperto di marketing territoriale e di prodotti tipici.

I relatori hanno toccato vari aspetti del tema che vanno dal quadro normativo alla formazione, alle forme di promozione per un’area ricca di biodiversità e porta d’ingresso al più antico parco nazionale italiano, il P.N.A.L.M.

I rapporti con la dimensione europea sono stati illustrati da Lucilla Lilli, neopresidente del Gal Marsica, a cui hanno fatto seguito le testimonianze di operatori del territorio come Paolo Peverini, giovane  partecipante al Premio Nazionale sull’Agricoltura Sociale, promosso da Confagricoltura.

Tutti hanno convenuto sulla necessità di confrontarsi per favorire lo scambio di informazioni mettendo a fattor comune esperienze e idee secondo uno schema di divulgazione che nei prossimi mesi verrà replicato anche sugli altri comprensori.

L’obiettivo è organizzare entro l’anno un convegno regionale che, attraverso la presentazione di spunti e proposte, diventi un momento di sintesi e proposta su cui coinvolgere le istituzioni, la politica e il mondo delle associazioni di categoria per il comune obiettivo dello sviluppo del territorio.

Related posts